Loading...
foto

www.veneto.eu: il portale di iVision vince i MediaKEY

​Il nuovo portale www.veneto.eu, presentato ufficialmente alla BIT di Milano lo scorso febbraio, ha conquistato il premio speciale BEST PORTAL PROJECT INTERACTIVE KEY AWARD del 20° Interactive Key Award (www.mediakey.tv), uno dei più prestigiosi premi nazionali nell’ambito della comunicazione, del marketing e dei progetti digitali a cui partecipano le principali aziende nazionali ed internazionali, e sarà premiato mercoledì 22 maggio alle ore 18.30 in occasione del Galà di premiazione al Nuovo Auditorium IULM 6 in Via Carlo Bo 7, Milano (MM2 Romolo). Firma del progetto è l'azienda trentina-udinese iVision Group che, in collaborazione con Engineering Ingegneria Informatica S.p.A. e Feratel Media Technologies S.r.l., ha progettato e realizzato questo portale di area turistica con l’obiettivo di sviluppare una piattaforma moderna e fruibile, orientata alla promozione territoriale: un lavoro studiato nel dettaglio e cominciato nel marzo 2017 che si è tramutato in realtà grazie alle più moderne tecnologie e a una interfaccia grafica mobile first capace di rispondere alle esigenze odierne degli utenti. Il progetto ha incluso lo studio progettuale del portale, funzionale e grafico, per passare poi allo sviluppo dello stesso, come anche allo sviluppo del piano strategico di promozione di tutte le piattaforme del Veneto che, va sottolineato, è la prima regione turistica d’Italia con oltre 19 milioni di arrivi (turisti ospitanti) e oltre 69 milioni di presenze (notti trascorse) – dati ufficiali 2018. Numeri che evidenziano come il turismo sia e possa sempre più diventare un’industria primaria per tutto il nostro territorio nazionale. Grazie al confronto e alla continua collaborazione tra il gruppo di lavoro tecnico e la redazione del portale, e con il supporto dell’ICT Regionale, www.veneto.eu è già sincronizzato con il DMS (Destination Management System) regionale e recepisce gli aggiornamenti di eventi, strutture e pacchetti presenti sul territorio veneto. Tra gli elementi innovativi del sistema online, oltre che la visione in termini di tematismi territoriali e di offerte dedicate, vi è un menu interattivo grafico dove l’utente naviga tra aree e territori regionali. La realizzazione di questo progetto, in cui il Governatore Luca Zaia è stato coinvolto in prima persona, è la riprova di come il Veneto abbia scelto di investire fortemente sul settore turismo e in particolare nella realizzazione di infrastrutture digitali per la sua promozione e fruizione: come iVision Group, leader italiano nel settore del turismo digitale grazie all’esperienza di tanti anni in questo settore e al lavoro decennale con destinazioni come la Val di Fassa, il Lago di Garda, San Martino di Castrozza, la Val di Sole, Portorotondo e molte altre, non possiamo che essere orgogliosi di far parte di questo gruppo di progetto e di aggiungere alla nostra già ricca bacheca un altro prestigioso premio che ci lega indissolubilmente alla Regione Veneto.
2285181420466662855533738358895049199123031n

Premio Colosseo d'Oro 2017

​Una serata straordinaria a Roma, insieme a persone illustri ed importanti, mi è stato conferito il premio Colosseo d'Oro 2017, un'importante riconoscimento attribuito dalla F.E.A.L.P. ( Federazione Europea Autonoma Lavoro e Professioni) per le persone che si sono distinte nella propria professione, nel sociale, apportando benefici alla comunità e contributo allo sviluppo umano, il tutto in memoria dell'Onorevole Presidente Giulio Andreotti. Ringrazio di cuore l'organizzatore Franco Moschetti e Lino Mungari per l'iniziativa e per aver ricevuto un riconoscimento per me molto importante. Oltre a me anche i miei figli Stefano ed Eva, rappresentando la Masè e la iVision Group sono stati premiati di fronte alle iniziative che stanno facendo.
IMG5373

Pezzi di storia

Cerimonia a Roma della Nobile Accademia Gentium Pro Pace, in cui il professor Lino Mungari, mi ha conferito il titolo accademico ad Honorem e la Laurea Honoris Causa in Scienze Politiche ad indirizzo economico. Erano presenti per il conferimento dei prestigiosi riconoscimenti, il Cardinale Zenon Grogoleschi, il professor Michele Del Re e il Generale Tricarico, consigliere del Ministro degli Esteri per la difesa e servizi di sicurezza. Ricordi indelebili che mi rimarranno sempre nel cuore.
AttestatoPremioPadel

Attestato Gran Premio Internazionale Panafricano Padel 2017

Ho ricevuto oggi l'attestato di riconoscimento del Gran Premio Internazionale Panafricano Padel 2017, conferitomi lo scorso Aprile in seguito ad una magnifica cerimonia. Con l'occasione rinnovo la mia gratitudine per essere stato insignito di questo premio, un riconoscimento merito anche dei collaboratori con cui ogni giorno lavoro con passione.
1785560919453451956854832755376968537425157o

Premiazioni Gran Premio Padel 2017

Favolosa serata al Gala del Gran Premio Internazionale Panafricano Padel 2017, il più grande premio che riunisce uomini e donne che contribuiscono allo sviluppo del continente Africano.Oltre ad aver ricevuto il diploma e la medaglia come miglior gestore in Costa d'Avorio, sono stato nominato Leader dei 20 ​premiati.Una sorpresa inaspettata, un riconoscimento merito anche di tutti coloro che credono in me e con cui ogni giorno collaboro. Grazie davvero per queste emozioni uniche!
ImprenditoriAfrica1

Gran Premio Internazionale Panafricano Padel 2017 

Sono entusiasta di questa bella novità:Sono stato premiato tra i migliori imprenditori dell'Africa per la 5a edizione del Gran Premio Internazionale Panafricano Padel 2017 (il più grande premio che riunisce uomini e donne che contribuiscono allo sviluppo del continente africano) che si terrà venerdì 7 aprile in Costa d'Avorio. Poi ci sarà un'altra premiazione sempre come miglior imprenditore Internazionale in Marocco a Casablanca l'11 Novembre.Tutto questo è merito di un grande team, con cui condivido questo magnifico successo, e senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile. Grazie!Condivido anche le persone premiate assieme a me:Dr Aka Aouete Eugène -presidente del consiglio regionale del Sud-ComoéMamadou Fofana -consigliere speciale del Presidente della RepubblicaDr Yte Wongbé -direttore generale del CnraSoro Mamadou -Pca Mugef-C.I.Touré Albert Kouakou -Direttore della Scuola Nazionale di Polizia Assahoré J -Direttore Generale del Tesoro e della Pubblica AmministrazioneKouadio Kouamè David - direttore Daps-CogesKonè Dogemory - direttore generale ProphadisEtienne Kouya - presidente del Gruppo Tipografia LioneseM'Ponon Etienne - direttore generale del Gruppo EDMGermain Kouassi - direttore generale TMTCIAlesia Adou Yapi - direttore generale holding CerisierBourgi Khodor - direttore generale LGI BTPN'Guessan Diby Herve - revisore generale del Fondo di PrevidenzaTouré Fama - presidente della Camera di Commercio e Industria della Costa d’AvorioJean-Marie Ackah - presidente della Confederazione Generale delle Imprese in Costa d'AvorioIbrahima Berte - direttore generala dell’OnepAssé Alafe - direttore generale Socef-NticPR Tiémoko Doumbi - insegnante presso l’università Alassane Ouattara di Bouake
cf

Carlo Fulchir entra in Eurocham

Carlo Fulchir è entrato a far parte del Comitato Esecutivo della Camera di commercio europea Eurocham CI (www.eurochamci.com) della quale fanno parte le più importanti aziende europee presenti in Costa d’Avorio. Ecco un altro dei prestigiosi riconoscimenti ricevuti, attraverso il quale si contriubuirà allo sviluppo di nuove relazioni tra l’Europa ed il Paese africano, aiutando le imprese a cogliere le brillanti opportunità di business che offre la Costa d'Avorio.
foto

Visita all'ex Presidente della Repubblica Ivoriana e alla moglie 

La visita all'ex presidente della Repubblica Ivoriana e alla moglie Mme Henriette Konan Bedié per sostenere e condividere le loro varie attività in campo sociale.
visitamoglie

Visita alla moglie dell’ex presidente della Costa d’Avorio

Abbiamo incontrato Mme Henriette Konan Bedié, moglie dell'ex Presidente della Repubblica della Costa D'Avorio e presidente della Fondazione Servir per esprimere tutto il nostro appoggio all'importante attività sociale che sta portando avanti con la sua Ong in questo Paese.
beneficenza

Serata di beneficenza al Sofitel Hotel Ivoire

In data 3 novembre 2016 si è svolta la 12° Serata di beneficenza della Fondazione Servir al Sofitel Hotel Ivoire di cui la presidente è Mme Henriette Konan Bedié, la moglie dell'ex Presidente della Repubblica della Costa D'Avorio. Una splendida serata dove erano presenti la moglie del Presidente della Repubblica Ivoriana, il Primo Ministro Ivoriano e tanti altri uomini nel mondo della politica e istituzioni.
IMG1342

Incontro al CERAP per valutare innovativi progetti di futuri imprenditori 

Il 24.09.2016 si è tenuto a Cocody (C.I.) il Business Plan Competition organizzato dalla CERAP (Centre de Recherche ed d'Action pour la Paix) in partenariato con E4 impact Foundation e l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano per valutare progetti e idee nuove di futuri imprenditori.
1390934312497906883789217027917095585144322o

Festa nazionale ivoriana al Palazzo Presidenziale

È stato un grande onore ricevere l'invito da parte del Presidente della Repubblica Ivoriana a presenziare alla festa nazionale che si è tenuta al Palazzo Presidenziale.
MBA

Valutatore di progetti del Global MBA

Carlo Fulchir è stato chiamato come valutatore di progetti innovativi sviluppati dai laureati del Global MBA in Impact Entrepreneurship dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, le cui attività nell’ambito del continente africano hanno lo scopo di formare nuovi imprenditori, adottando formule sviluppate ad hoc, accrescere le competenze di docenti e staff accademico delle università africane, sostenere le piccola e media imprese italiane nello sviluppo in Africa e creare attorno a ciascun MBA un ecosistema di imprese, fondazioni, social venture fund, banche e istituzioni.​
20140609MessaggeroVenetohome

Domino, domani la svolta con l'apertura delle buste.

L'apertura delle buste contenenti le offerte per l'acquisizione della Domino è fissata per il 10/06. Intanto, al Ministero del Lavoro è in programma la sottoscrizione dell'accordo sulla mobilità, che consentirà di dare poi il via ai licenziamenti dei 109 lavoratori. [...] Se entro le 12.00 del 10/06 non saranno presentate nuove offerte irrevocabili di affitto e impegno all'acquisto, ad aggiudicarsi la Domino potrebbe essere l'imprenditore friulano Carlo Fulchir, l'unico che sinora ha formalizzato una proposta.
20140528MessaggeroVenetooriz

Domino, depositata un'offerta. Carlo Fulchir punta al rilancio.

Domino: Carlo Fulchir ha formalizzato un'offerta per l'acquisizione dell'azienda. L'imprenditore friulano è passato dalle parole ai fatti facendo pervenire una proposta, ora al vaglio degli organi del fallimento. Fulchir, che l'anno scorso ha rilevato la Salumi Masè di Trieste, assieme ad altri due imprenditori friulani, ha precisato che "l'interesse per Domino è motivato dalla grande attenzione verso questo settore, nel quale posso contare su forti competenze e relazioni di livello internazionale. Il passato a capo di un grande gruppo industriale come Finmek e l'esperienza nel settore dell'elettronica sono aspetti che potranno essere messi al servizio di un progetto di rilancio di questa storica azienda, con l'obiettivo di preservarla e farla crescere a beneficio di economia e occupazione regionali".
articolo20140524

Nuova Domino, Fulchir in "pole".

L'imprenditore friulano, Carlo Fulchir, interessato a presentare un progetto di rilancio per la Dominio di Spilimbergo. L'interesse per l'azienda è motivato dalla grande attenzione verso il settore, con l'obiettivo di rilanciare questa storica azienda e farla crescere a beneficio di economia e occupazione regionali. Nel caso in cui l'operazione di acquisizione della Domino andasse in porto, per Fulchir sarebbe l'occasione di un nuovo successo dopo il salvataggio della Salumi Masè nel 2013. Il passato a capo del gruppo Finmek e l'esperienza nel settore dell'elettronica sono aspetti che potranno essere messi al servizio di un progetto di rilancio dell'azienda di Spilimbergo, che è stata dichiarata fallita lo scorso 14 maggio.
articoloCredibilita

Non è in gioco la mia credibilità

Carlo Fulchir, uno degli imprenditori che ha rilevato il marchio del "Cotto": "Mai stato condannato".L'ambizione di aprire nuove salumerie, passando da 13 a 20 se non addirittura 30. E «portare avanti la tradizione», garantisce Carlo Fulchir. L'imprenditore è uno dei quattro friulani della Bts, la spa della logistica che ha preso in affitto e poi acquisirà la "Salumi Masè" [...]Amministratore della spa è l'udinese Dino Fabbro, già proprietario di vari supermercati della catena Di Meglio. Pure gli altri soci parlano friulano. Franco Soldati è presidente dell'Udinese Calcio, Luca Marcuzzo è assessore in Provincia di Udine. E poi Fulchir, fondatore della Finmek. [...]Leggi l'intervista all'imprenditore bujese Carlo Fulchir.
NewsFriulaniMasehome

I Friulani di Masè: "Ombre su Fulchir? Resoconti imprecisi"

Il portavoce della BTS sull'ex patron della Telit: "Uomo onesto"; Il piano: "Diventeremo la corazzata del suino in regione" ...Mettono a disposizione di Masè la tipica buona volontà friulana. Le ombre sul passato di uno dei loro membri? Potrebbero creare dubbi sulla loro credibilità soltanto se «raccontate in modo impreciso». Luca Marcuzzo è il portavoce della cordata Bts che ha preso in gestione il baluardo del "cotto" triestino. E assicura che le intenzioni degli imprenditori friulani sono serie: «Il gruppo Masé è molto importante per Trieste ma da ora lo è anche per noi - assicura -. Il momento è difficile ma metteremo in campo tutte le nostre capacità». Poi aggiunge: «Le vicende del nostro passato, se raccontate in modo impreciso, potrebbero generare dubbi sulla nostra credibilità e sul nostro impegno ma di questo non voglio fare motivo di discussione, quello che è importante in questo momento, per le persone che lavorano e credono in questo nuovo progetto, è ridare fiducia su un impegno imprenditoriale serio».Il riferimento, chiaro, è al nome che più colpisce tra quelli che compongono la cordata: Carlo Fulchir. [...]  A Trieste è ricordato per l'ingresso nel suo gruppo della Telit, in seguito acquisita da imprenditori israeliani. Marcuzzo sintetizza così quella vicenda: «Alla fine degli anni '90 raccolse la Telit di Trieste, praticamente abbandonata a se stessa dal gruppo Generali, per ristrutturarla e affidarla alla gestione di un gruppo internazionale israeliano che oggi garantisce l'occupazione e lo sviluppo delle attività proprio a Trieste». Ma Marcuzzo auspica che quella vicenda resti un capitolo chiuso, e parla delle intenzioni di Bts. Oltre a lui e Fulchir, al timone troviamo Franco Soldati, presidente di Udinese Calcio e imprenditore edile, e Dino Fabbro, gestore del prestigioso locale Contarena di Udine. Il gruppo si trova a prendere le redini di Masè, azienda con un passivo da 10 milioni di euro. Questa la loro strategia: «Il nostro progetto era quello di subentrare al gruppo Uanetto nella gestione della filiera del suino friulano. - spiega Marcuzzo - Il gruppo Uanetto, entrato in crisi per svariati motivi detiene il 50% dell'intera filiera del maiale friulano»Leggi l'articolo completo su Il Piccolo del 6 aprile 2013
newsfinmekhome

La versione dell'imprenditore sul caso Finmek

L'imprenditore Carlo Fulchir racconta la sua versione sul caso Finmek: "Una volta ceduto il gruppo, Fulchir è stato accusato di diversi reati societari, nel rispetto della legislazione italiana che prevede la retroattività delle indagini a 5 anni. Ha per questo sostenuto diversi procedimenti e processi, tutti chiusi completamente a suo favore: su 6 procure italiane è stato assolto con formula piena o per non aver commesso il fatto." [...]Leggi l'articolo completo su Il Piccolo, 6 aprile 2013
NewsRilevaLaBTS

Masè, anche il "cotto" in mano friulana. Salvi 65 dipendenti

Alla Salumi Masè da oggi si parlerà friulano.Si chiama BTS la spa che - per ora pagando un canone di 10mila euro al mese di affitto - entrerà a pieno titolo nella gestione dello storico salumificio triestino di via Ressel travolto da un passivo di oltre 10 milioni di euro. [...]Nell'accordo sottoscritto non è stato trascurato l'aspetto occupazionale: dei 75 dipendenti della Masè, sono 65 quelli che saranno riassunti dalla BTS. Per 10 resta la cassa integrazione. Amministratore della nuova società è Dino Fabbro, udinese, fino a qualche tempo fa proprietario di una serie di negozi della catena di supermercati Di Meglio in regione. Ma come referenti e consulenti la BTS si appoggia a una cordata imprenditoriale sempre friulana composta da Franco Soldati, presidente dell'Udinese calcio, all'imprenditore Carlo Fulchir e all'assessore alla caccia della provincia di Udine, Luca Marcuzzo. [...]La strategia che ha portato all'acquisizione della Masè è la stessa che oggi consentirà alla BTS di chiudere a Castions di Strada l'affare dell'acquisizione del controllo del gruppo friulano Uanetto. [...]Leggi l'articolo completo su "Il Piccolo" del 05/04/2013
NewsSoluzioneVertenza

Verso la soluzione della vertenza Uanetto

Nuovo passo avanti per la soluzione della vertenza Uanetto. Ieri, nella sede di Confindustria, la cordata di imprenditori friulani che si è fatta avanti per il salvataggio del salumificio, si è incontrata ancora una volta con la proprietà e le organizzazioni sindacali. [...] tra le novità la riapertura temporanea dei cancelli del macello di Castions, per consentire il rifornimento, in modo più sostanzioso, della catena dei negozi di riferimento con le carni di qualità del salumificio friulano. La vertenza pare quindi avviarsi a una soluzione con la prossima sottoscrizione di alcuni accordi definitivi per la presa in carico della filiera da parte della cordata di imprenditori friulani composta da Carlo Fulchir, Dino Fabbro, Luca Marcuzzo. [...]
NewsdipendentiUanettoHome

Accordo per salvare i dipendenti dell'azienda Uanetto

La cordata che rileverà la proprietà non licenzierà. Rimane da affrontare il nodo dell'affitto degli immobili.Il passaggio di mano delle aziende Uanetto dall'attuale proprietà alla cordata d'imprenditori che si prepara a rilevare in affitto dovrebbe essere esente da licenziamenti tra le file degli occupati. [...]Sciolto il nodo del personale, ve n'è però un altro a ipotecare il buon fine della trattativa. Si tratta dell'affitto degli immobili, che non sono di proprietà della famiglia Uanetto, ma fanno capo a banche e società di leasing.Leggi l'articolo completo sul Messaggero Veneto.
Cordatanewshome

Soldati e Fulchir nella cordata per salvare il gruppo Uanetto

Ci sono Franco Soldati e Carlo Fulchir a capo della cordata d'imprenditori friulani ormai vicina a chiudere un accordo necessario per il salvataggio di Uanetto. Al momento non si parla di acquisto, bensì di affitto di sei delle sette società del gruppo di Castions di Strada [...][...] Fulchir ha confermato la trattativa in corso riservandosi di render noti tutti i dettagli dell'operazione solo a firma avvenuta. [...] Uanetto, ricordiamolo, versa in una situazione di difficoltà per via d'importanti investimenti che non hanno dato i risultati previsti causando a caduta un buco di diversi milioni di euro e l'impossibilità del gruppo a pagare i crediti ai fornitori [...]Leggi l'articolo completo sul Messaggero Veneto del 05 Marzo 2013
News1

Il Ritorno di Carlo Fulchir

Il salotto buono della finanza italiana mi ha usato come capro espiatorio della vicenda Finmek. Gli altri che avevano responsabilità non sono mai stati chiamati a rispondere.Dall'altare della new economy alla polvere dei tribunali e ora alla ricerca di nuovi progetti assieme agli amici: dopo anni di silenzio, l'imprenditore bujese si confessa.Leggi l'articolo completo all'interno della Rassegna Stampa.
gazzettaufficialelogo

Console onorario della Repubblica di Vanuatu ​

In  data  19 aprile  2002 il Ministro Segretario di Stato per gli affari  esteri ha concesso l'exequatur al sig. Carlo Fulchir, console onorario della Repubblica di Vanuatu a Roma. http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2002/05/04/02A05298/sg;jsessionid=ukmj55CNZq-+ofh4mNRn8A__.ntc-as5-guri2b
EXTRA

Carlo Fulchir,
una storia fatta di grandi successi.

Questo sito, vuole rappresentare in modo chiaro e oggettivo sia le esperienze professionali che imprenditoriali di Carlo Fulchir, passando in rassegna tutte le attività svolte dallo stesso, dal 1983 (anno in cui a 21 anni iniziò la carriera di imprenditore) ai giorni d'oggi.
< la storia continua >
Follow me
Contact me
Credits
iVision logo - azienda web, siti internet, soluzioni grafiche, pubblicità, software
Download

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.

Ulteriori informazioni